Navigazione veloce
> Occhio al pidocchio

Occhio al pidocchio

occhio pidocchio1In Italia è stato osservato un incremento del numero di casi di infestazioni da pidocchi (pediculosi). Questo fenomeno interessa soprattutto i bambini di età compresa tra i 3 e gli 11 anni, ed è estremamente frequente nelle comunità infantili, soprattutto nelle scuole. La nostra regione non è immune da questo fenomeno e numerosi focolai di pediculosi vengono notificati dai nostri servizi di igiene e sanità pubblica, soprattutto nel corso dell’anno scolastico.

La presenza di pidocchi (Pediculus capitis) non è segno di cattiva igiene e colpisce persone di qualsiasi stato sociale. Inoltre il pidocchio del capo non è un possibile vettore di microrganismi patogeni, per cui, pur rappresentando un problema di sanità pubblica per la rapidità con cui si propaga l’infestazione, non costituisce un rischio per la salute delle persone colpite.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo alle comunicazioni che la nostra scuola ha diffuso per prevenire e informare su tale problematica. Di seguito il link dove potete visionare una serie di allegati: dalla nota informativa per i genitori, all’opuscolo dell’ASP Lazio (Basta pidocchi), al modulo per la riammissione scolastica.

VAI ALLA PAGINA